Chi siamo 2017-07-12T16:15:53+02:00

Il centro estetico Sei Snella di Genova nasce nel 2003 con il nome “Beauty Time”, per dare una risposta ad una clientela sempre più esigente ed attenta al mondo dell’estetica. La nostra filosofia, affidata in larga parte a macchinari di ultima generazione, è quella di soddisfare al meglio l’ultima tendenza del momento: trattamenti estetici di breve durata, veloci, efficaci, con risultati visibili dalla prima seduta ed a costi contenuti.

I nostri trattamenti affidati ad estetiste qualificate e costantemente aggiornate, sono numerosi e costruiti su misura per tutte le esigenze delle nostre clienti. Dal 2008 il centro estetico Sei Snella è centro pilota unico in Italia dei prodotti “NATURELLE”.

“NATURELLE” è una linea di prodotti estetici professionali caraterizzati da un elevatissimo contenuto di sostanze funzionali rigorosamente naturali dall’efficacia incomparabile. Solo tecnologia e natura per una vera e prorpia cosmesi del terzo millenio.

mia

Mi chiamo Alessandra Ferretti e da 12 anni sono proprietaria di un centro estetico.

Questo vuol dire che da più di dodici anni, il mio unico pensiero è stato come aiutare le donne a sentirsi più belle e ad amarsi di più.

Ma lascia che ti racconti qualcosa di me, così potrò essere più chiara:

Inizialmente non ero estetista, lo sono diventata, col tempo ho capito che era quello che volevo fare.

Nel 1994 mi sono laureata in Giurisprudenza e per qualche anno ho lavorato in vari studi legali.

Già allora avevo capito che quella non era la mia strada ma quello che non capivo era la mia “vera vocazione”.

A me, delle persone, interessavano molto di più le storie delle loro vite che i loro soldi, non mi piacevano delle ingiustizie che vedevo, non mi piaceva lo stile di vita di una casta preoccupata solo dell’approvazione sociale; ma sì perché, alla fine, molta gente fa l’avvocato per avere prestigio.

A me piaceva aiutare davvero le persone, e soffrivo quando parlavo con donne che erano a disagio con loro stesse.

Molte donne, anche affermate e di potere, portano dentro delle insicurezze.

Ogni donna, soprattutto se in carriera, si chiede “sarò abbastanza bella?”.

E queste donne sono confuse:

da una parte lottano con l’immagine di sé che devono dare alla società, dall’altra si chiedono come la società le vuole (belle, snelle, curate), dall’altra ancora non riescono più a capire come sono: se si piacciono, se si accettano…cose di questo genere.

Cose che, senza dubbio, anche tu hai provato.

È così, riflettendo su tutti questi aspetti, sentendo di non poter essere davvero utile con quel lavoro, ho detto addio alla carriera di avvocato.

I miei continui pensieri e il confronto con la serie infinita di lavori che ho fatto, poco alla volta, mi hanno portato a capire cosa mi appassionaava veramente: aiutare le persone a sentirsi belle.

A prescindere dai canoni comuni e dalle aspettative degli altri.

Aiutare le persone a capire cosa volevano e ad ottenerlo.

E da allora, passo dopo passo , sbaglio dopo sbaglio, tentativo dopo tentativo sono giunta finalmente a fare quello che volevo: un’attività capace di “migliorare” le persone, il loro aspetto, il loro umore, la loro autostima ed il loro rapporto con gli altri.

Io ho aperto un centro estetico.

Ti fa sorridere?

Ti aspettavi un centro di terapie psicologico?

Nel caso delle mie clienti, non serve.

Sia chiaro non voglio rubare il mestiere al dietologo od allo psicologo: se hai una patologia come l’obesità o la depressione (ne cito solo due) devi rivolgerti a loro o ad altro medico che ritieni più opportuno.

Quello che ho intrapreso io è un percorso diverso: quello dell’estetica.

Io però, quando ho cominciato, di estetica non ne sapeva nulla e ne capivo come un lottatore di sumo ne può capire di danza classica.

Ma proprio questa mia totale ignoranza è stata la mia forza, il motore che mi ha permesso di diventare il punto di riferimento di chi vuole rimodellare il proprio corpo senza fare della dieta e della palestra un lavoro.

Ignoranza ma anche

  • apertura mentale,
  • voglia di imparare,
  • sete di conoscenza,
  • tormento del sapere.

con questi presupposti ho iniziato a formarmi:

andavo ai corsi con la mente completamente “vergine” sull’argomento, volevo ascoltare ed imparare da ognuno qualcosa di nuovo.

Ho comprato libri di ogni genere  e soprattutto ho dato ascolto a tutti.

Ad un certo punto, ero proprio confusa: chi la pensava in un modo e chi nell’altro… quello che ho fatto io è stato attivare un senso critico che mi ha permesso di approfondire tutti quei settori che la scuola tradizionale non affronta.

Frequentando ogni tipo di corso sull’argomento e riflettendo su tutte le informazioni acquisite ed elaborate, ho presto capito quale fosse la dura realtà:

estetiste poco formate volontariamente lasciate nell’ignoranza da aziende e formatori che da quei limiti ne traevano copiosi guadagni.

Più’ andavo ai corsi e più’ iniziavo a trovarmi in una curiosa ed inaspettata posizione: sempre più estetiste si rivolgevano a me come ad una “che ne sa”, e le clienti cercavano solo me.

Le colleghe volevano conoscere la mia opinione, mi chiedevano consiglio e parere su tutto e io le ascoltavo quasi imbarazzata e quando rivelavo che non possedevo – all’epoca non ancora – la qualifica, il “pezzo di carta”, rimanevano a bocca aperta.

Ti confesso che ho avuto fretta di prendermi quel titolo anche per uscire in fretta da quell’imbarazzo.

Ma, al di là del rapporto con le clienti e la considerazione delle colleghe, le soddisfazioni migliori sono sempre arrivate dai rappresentanti delle aziende fornitrici:

devi sapere che quando un centro estetico decide di acquistare un macchinario o di acquisire una nuova tecnica, si scontra con due categorie del tutto impreparate:

tecnici improvvisati che ne sanno meno di una qualunque adolescente che scarica da youtube video sulle cerette;

venditori capaci solo a recitare come una poesia di Natale quanto fossero buoni i loro prodotti.

Insomma più mi formavo più lasciavo alle mie spalle un mondo di “improvvisati”.

Incredibile, alla fine si scopriva che l’improvvisata non ero io!

Non più!

Devi sapere una cosa visto che sei una fruitrice di trattamenti estetici: in giro il livello è veramente basso.

Tu rischi di metterti nelle mani di perfette incapaci, forse anche talentuose ma che, o sono uscite ieri dalla scuola di estetista o hanno una lunga esperienza che però è rimasta sterile: non si sono aggiornate, non hanno fatto nulla per aggiungere formazione più moderna e di valore o, peggio ancora, non hanno mai sbirciato nei mondi vicino a quello dell’estetica, anche solo per conoscenza.

In giro ci sono estetiste che ti danno consigli sull’alimentazione con diete prese dalle riviste di gossip, e non capiscono che parlare di quello non è il loro lavoro!

Considera che, per essere al pari con il livello medio di estetiste, bastano un paio di corsi una volta nella vita.

Io faccio corsi regolarmente, faccio i compiti a casa, studio e approfondisco, cerco di capire e aprire con intelligenza la mente ad ogni novità.

Hai idea di quanto in più io offra nel mio centro estetico rispetto ad altri?

E per tutto questo, per le testimonianze delle mie clienti e le attestazione di stima, ringrazio la mia iniziale ignoranza e la mia perseveranza: grazie a loro oggi posso scrivere su questo blog.

Per le altre estetiste che sono rimaste indietro:

  • che credono di poter trattare il rimodellamento con fanghi e massaggi,
  • che tutti i giorni si vedono portare via clienti da dietologi e palestre,
  • che pensano alla cliente come ad una che non ha nulla da fare, che non ha fretta e che abbia il tempo, i soldi e la voglia di venire in un centro estetico almeno tre volte a settimana senza ottenere risultato alcuno,

a tutte loro dico che mi dispiace per la fine che stanno facendo, ma la colpa è loro.

La cliente ha il sacrosanto bisogno di sapere la verità.

Nessuna dieta, da sola,  può farti perdere peso solo dove vuoi tu.

Nessuna allenamento sportivo, da solo , può farti perdere centimetri solo dove interessa a te.

Nessuna estetista, da sola, priva della giusta preparazione e senza l’ausilio della tecnologia, può rimodellare il tuo corpo.

  • Devi “trattare” il tuo tessuto,
  • devi andare a smuovere e manipolare là dove l’inestetismo – grasso o cellulite – si è insidiato,
  • devi rieducare il tessuto,
  • devi riattivare la tua risposta cellulare e provocare una risposta fisiologica.

Non bastano “le mani” o la chimica:

oggi le moderne tecnologie – se utilizzate bene-  possono farti raggiungere risultati che nessun massaggio, fango o trattamento sono mai riusciti a farti raggiungere.

Ma soprattutto ricorda nessuna dieta ipocalorica, farmaco o sport intenso sono sufficienti contro grassi resistenti e  localizzati.

Se devi perdere peso vai dal dietologo, se vuoi tonificare i tuoi muscoli vai in palestra; se  invece devi rimodellare e togliere solo dove vuoi tu lasciando intatte le forme che ti interessa mantenere e vuoi farlo in fretta senza perdere soldi e tempo preziosi dietro a trattamenti lunghi e poco efficaci, vai dall’estetista.

Quella giusta però …

Se poi hai  voglia di sapere come e quando funzionano davvero i trattamenti e farti  anche due risate, rimani su questo blog: troverai “chicche” fantastiche e, perché no, anche di qualche “esperienza da incubo” che spesso le mie nuove clienti mi raccontano di aver vissuto in altri centri estetici o medici.

A presto

Alessandra

Tel. 010 712740

Fax: 010 712740

Mail:  info@seisnella.it